Infermieri master online

Butterfly prelievo

L'ago a farfalla, chiamato anche butterfly, è stato uno degli aghi più utilizzati dagli infermieri per somministrare terapie o infondere liquidi fino agli anni '90, quando è iniziata la diffusione delle ago cannule.

Il butterfly che può essere utilizzato per prelievi, terapia endovenosa, terapia infusionale, ipodermoclisi e quando di piccolo calibro può venir utilizzato in neonaltologia (aghi epicranici).

Come ogni strumento ci sono indicazioni e controindicazioni, vantaggi e svantaggi nell'utilizzo di questo dispositivo rispetto ad altri.

intestino

La colostomia è l'amputazione di una parte dell'intestino con un abboccamento esterno. L'intervento può essere transitorio o definitivo e dipende dalle condizioni che lo hanno richiesto. In entrambi i casi si determina una condizione nuova ed è necessario fare pratica per riacquistare rapidamente l'autonomia e l'indipendenza.

L'infermiere specialista nella gestione delle stomie è l'enterostomista e interviene sin da prima dell'intervento chirurgico, ove possibile, mostrando al paziente quale sarà la nuova posizione dello stoma cercando di scegliere la più confortevole possibile nelle varie posizioni, in piedi o seduto.

Batteri

Gli antisettici sono sostanze chimiche che hanno un'attività antibatterica, il loro uso sulle ferite infette deve essere ponderato bene perchè come risposta ad ogni sostanza chimica che li danneggia i batteri possono produrre forme resistenti.

L'associazione infermieristica AISLeC è impegnata nella divulgazione infermieristica con le Wound Care Pills, e con il documento "Ferita, Infezione e Antimicrobici: Quale scelta e modalità d’uso dell’antisettico nella gestione delle lesioni infette nella pratica clinica" nel documento danno delle indicazioni per il corretto utilizzo degli antisettici di uso più frequente.

Spesso si parla di accesso venoso centrale ed accesso venoso periferico, i due dispositivi vascolari hanno una classificazione ed una varietà di dispositivi e accessori che se ne potrebbe parlare per giorni.

La differenza principale che classifica un dispositivo in una categoria o in un altra è uno solo.

medicazione picc videoLa medicazione settimanale del PICC richiede precisione e delicatezza che sono l'espressione di una buona manualità.

I video ci mostrano situazioni reali o simulate, hanno pregi e difetti, sicuramente consentono di fare osservazioni per potersi migliorare. 

Possiamo vedere, parlare, ma entrambe le cose non ci portano ad avere una buona tecnica perchè è necessario fare delle prove prima di arrivare sul paziente.

cvp posionato manoQuando un catetere venoso periferico (cvp) è occluso è necessario attivarsi per mettere in pratica la tecnica di disostruzione del un cvp. Questa tecnica richiede di fare una prima valutazione attraverso un'osservazione accurata per ipotizzare il perchè il cvp si è chiuso e quindi agire di conseguenza.

La valutazione è il primo passo per provare a ripristinare la via venosa o decidere di rimuovere il cvp, non si può agire in automatico a caso.

CVC linee guidaLa diffusione del catetere centrale ad inserzione periferica (PICC) così come l'ho vissuta io, è iniziata circa 20 anni fa con l'utilizzo del groshong PICC in ambito oncologico, prima si usavano dei PICC chiamati DRUM, che erano molto duri e risontravano più complicanze.

In quegli anni iniziava la sua attività il GAVECELT, l'associazione che dalla sua nascita ha portato all'attenzione dei professionisti sanitari l'evoluzione tecnologica ed i saperi legati all'uso del CVC.

ospedale ricoveroLa nutrizione parenterale totale è molto diffusa ma questo non la rende una infusione semplice, la brutta esperienza di due infermiere accusate di omicidio per l'errata infusione di una nutrizione parenterale mi ha dato l'incipit per questo testo.

Le infermiere hanno vissuto un'odissea durata 6 anni.

L'episodio si sarebbe potuto concludere subito e non si doveva andare a processo, se ci fosse stata più consapevolezza dei rischi e della necessità di un'adeguata documentazione.

L'ago cannula classica ha avuto un'evoluzione importante negli ultimi anni con l'inserimento di due novità, la sicura per l'ago e la valvola anti reflusso.

La prima è una caratteristica di sicurezza contro le punture accidentali, la seconda è una sicurezza attiva solo nella fase di posizionamento, vediamo nei dettagli il perchè.

copri piccIl corretto posizionamento della punta del PICC sarà verificato con l'ECG intracavitario, la metodologia è recente e sarà implementata sistematicamente dall'Humanitas di Milano grazie ad un lavoro di ricerca realizzato dalle infermiere Serena Pagani Catalina Valencia.

La nuova tecnica consente di ridurre i tempi di attesa per l'utilizzo del PICC di 2 ore, ma che cos'è l'ECG intracavitario?

Le procedure e i protocolli infermieristici sono la base per un assistenza infermieristica appropriata che sia essa semplice o più complessa.

I documenti trovati online si trovano nella sezione downloads (LINK)

 

La ricerca infermieristica richiede tempi lunghi, la divulgazione dei risultati è un passaggio necessario per far si che i risultati degli studi clinici arrivino alla pratica.

Le scale di valutazione infermieristiche aiutano a rendere l'assistenza appropriata, ma anche ad adottare nuove strategie basandosi su dati.

Tecnologie infermieristiche, le tecniche più comuni e le procedure come l'iniezione intramuscolare, il cateterismo vescicale, le medicazioni la terapia infusionale e tante altre.

 

News sull'Area Critica, tecniche e aggiornamenti di terapia intensiva.

 

Gli infermieri sono in prima linea per prevenire e curare le lesioni da pressione, le pubblicazioni come articoli e linee guida sono molte, ma tradurle in pratica spesso è più complesso di quel che sembra.