notebook 1207548La prova del test di ammissione alla laurea magistrale di scienze infermieristiche si terrà il 28 settembre 2022.

Il numero di quesiti è 80 con 2 ore di tempo per rispondere e di fatto è uno dei test più impegnativi proposti nelle Università italiane. A questo si aggiunge che solitamente il numero di partecipanti supera il numero di posti in rapporto molto variabile a seconda del prestiglio dell'Università.

 

Perchè il test di ammissione alla laurea magistrale è tanto impegnativo?

Perchè fanno un test tanto impegnativo non lo so, forse non volevano dei partecipanti che facessero il 100% di risposte esatte. Ma sicuramente possiamo identificare dei fattori di base che lo rendono fra i più difficili come: il numero elevato di quiz che toglie energie per lo sforzo e il tempo di 2 ore, estenuante, che favorisce le correzioni sbagliate dell'ultimo minuto.

Inoltre i punteggi prevedono 1 punto per la risposta esatta (max 80 punti) e meno 0,25 per ogni risposta sbagliata, questo vuol dire che arrivare vicino agli 80 punti con il 100% di risposte è quasi impossibile.

Il test di medicina 2021 con 50.000 partecipanti, 60 domande e un punteggio massimo di 90 punti, in cui partecipano giovani appena diplomati al top per lo studio, ha visto solo 1 candidato fare 82,5 punti con 57 domande esatte. 

Sfogliando alcune graduatorie online degli anni precedenti di diverse Università Italiane i punteggi più alti oscillano fra i 55-60 punti e nessuno ha dato il 100% di risposte esatte.

Quindi se vedi una graduatoria dove un neolaureato di infermieristica o un infermiere che lavora da anni ha fatto il 100% delle risposte esatte o è noto per essere un genio o il dubbio che i risultati siano stati alterati può emergere. Questo perchè purtroppo le capacità si adattano al contesto, allo studio specialistico di infermieristica per gli studenti o al lavoro per l'infemiere e la prova riguarda solo in parte l'infermieristica.

Il dubbio che i risultati siano alterati può emergere tenendo presente due momenti, la procedura e i risultati:

La procedura, spesso non ci si fa caso, perchè lo stress della prova è alto ho chiesto a colleghi che avevano fatto il test e non se la ricordavano, perchè si da per scontato che è corretta.

La procedura è quella che anonimizza le prove, in tal modo chi corregge non sa a chi appartiene la prova e nessuno di chi corregge mette le mani sull'anagrafica prima che siano state corrette le prove, in più l'abbinamento dei dati è informatico.

Chi fa i concorsi conosce bene la procedura e sa che ci sono tre step:

  • si riceve una busta piccola dove inserire i propri dati
  • si riceve una busta grande dove inserire i risultati
  • si ricevono due etichette con un codice uguale e casuale, non progressivo che vengono applicate sui due documenti

La prova viene corretta in modo anonimo ovvero nessuno la tocca e vede che un etichetta corrisponde ad una data anagrafica. Quindi la prova rivece il punteggio e viene abbinata all'anagrafica che nessuno ha toccato. Se le etichette NON vengono fatte attaccare subito perchè ci pensa dopo la commissione allora il dubbio che qualcuno possa contraffare i risultati c'è.

Per quanto riguarda i risultati dei test della magistrale ci potrebbe essere un 100% perchè molte domande sono di infermieristica, ma se molte persone fanno il 100% di risposte esatte il dubbio che le domande siano sfuggite alla commissione è altissimo. Oppure nel caso in cui guardando i risultati della prova che dovrebbero partire da un voto alto ad esempio 60 e gradualmente con differenze di decimali o di massimo 1 o 2 punti arrivare ai più bassi; se invece c'è un gruppo con punteggi alti e poi improvvisamente un salto di 5-10 punti e dopo tutti i risultati riprendono con una graduazione del punteggio verso il basso, in questi casi la graduatoria è molto dubbia.

Ricorda che se hai il dubbio e non segnali allora sei complice di un sistema sbagliato, ma se qualcuno denuncia allora potrebbe capitare che nella pagina della graduatoria ti trovi un messaggio come questo:

sospensione graduatoria 2021

Sicuramente è una situazione che dispiace, ma non denunciare significa essere conniventi.

Forse hai già letto e riletto il bando e le pubblicazioni del MIUR https://www.mur.gov.it riportano i due documenti con la struttura della prova, e le materie.

Manca meno di 1 mese e oltre allo studio mnemonico dei quiz aggiungi la comprensione delle tue capacità; se ti accorgi che dopo 1 ora di quiz la tua capacità di concentrazione diminuisce e fai degli errori allora sai che quello è il tempo che hai a disposizione, sai che se dopo correggi delle risposte potresti inserire degli errori. 

Nella sezione blog di https://www.quiz-infermieri.it/ ci sono diversi articoli con dei suggerimenti per la preparazione ed anche delle prove online per le simulazioni.

Ovviamente puoi essere fra i tanti che non supereranno lo sbarramento, questo perchè è un sistema ingiusto, la cultura universitaria dovrebbe essere accessibile a tutti e il problema di cosa fare del titolo dovrebbe essere del singolo.

Forse non ci stai pensando, ma hai più probabilità di dover attuare un piano B:

La scelta può essere di attendere e prepararsi di nuovo gli ultimi mesi e arrivare in ritardo con la preparazione, oppure dopo un periodo di riposo iniziare subito a pianificare la propria preparazione per il test dell'anno successivo, su amazon ci sono sempre gli ultimi libri aggiornati. Mentre nella sezione prepararsi-per-un-concorso ci sono molti articoli utili.

Oppure un piano B forte potrebbe essere utile per darti tranquillità il giorno della prova, una possibile opzione potrebbe essere unire un progetto annuale di preparazione dei quiz ad un master in infermieristica online dato che hanno un prezzo basso, puoi sceglierne uno che ha materie attinenti alla preparazione della prova e alla fine ti da punteggio quando dovrai fare una graduatoria.

Importante, se decidi di fare un master infermieristico nell'attesa del prossimo test della magistrale, tieni presente che non ti devi preoccupare di finirlo prima dell'inizio della laurea magistrale, il motivo è la recente normativa che consente l'iscrizione a due corsi di universitari, laurea e/o magistrale (disposizioni per consentire la contemporanea iscrizione a due corsi universitari).

Sitografia:

https://www.skuola.net

Foto di Monika da Pixabay