Infermieri master online

writing 1149962Cos'è la mobilità in ambito pubblico

La mobilità nel pubblico impiego è uno strumento utilizzato per spostare o trasferire personale da un ente ad un altro o meglio da un’amministrazione ad un’altra amministrazione. E anziché bandire nuovi concorsi, si bandisce un concorso di mobilità volontaria.

La mobilità è sempre stata seguita dal legislatore fin dalla legge quadro del 1983 nel tentativo di perfezionarla rendendola fruibile sia all’interno che all’esterno ai comparti. Sembra che ci sia riuscito del tutto?

Martelletto giudice, sentenzaSolo in tempi recenti si avverte l’esigenza per l’infermiere, di confrontare il ruolo acquisito ed a lungo agognato di responsabilità ed autonomia, con la nuova veste attribuitagli dalla Legge. Se guardiamo bene e ci avviciniamo in modo adeguato, sembrano proprio coincidere.

Una coincidenza che nel suo divenire è stata da subito genitrice di malcontenti, movimenti mentali ed intestini che repentini si dovrebbero dissolvere in una bolla d'aria, non portando da nessuna parte, e che anzi rischiano di confondere la nostra attuale personalità che ha smesso di arrampicarsi per inerzia sulla divisa di altri.

giustiziaIl 13 aprile 2019 è stato approvato il nuovo Codice deontologico degli infermieri, 53 articoli scritti in modo semplice che affrontano aree nuove. Nato da delle buone intenzioni, purtroppo, non sarà facilmente applicabile.

La semplicità va bene quando si vuole comunicare con il "grande pubblico" e forse questo è un intento di questo Codice deontologico, ma ci sono degli aspetti che porteranno a cambiamenti rilevanti.

tasse dichiarazione redditi

Il momento della dichiarazione dei redditi può avere delle sorprese sgradite. Le chiamiamo tasse, contributi diversi che paghiamo con i conteggi della dichiarazione dei redditi.

Infermieri dipendenti o liberi professionisti il risultato della dichiarazione dei redditi può essere un conto salato, vediamo perché.

garante logo

Un'azienda ospedaliera ha chiesto al garante della privacy se poteva scambiare le informazioni del proprio database degli infermieri con l'OPI per verificare se l'iscrizione era corretta.

La risposta è stata no.