gazzetta ufficialeIndetto in forma congiunta il concorso pubblico congiunto, per titoli ed esami, per la copertura di quattro posti di collaboratore professionale sanitario - infermiere, categoria D, per varie destinazioni.

Questo concorso funge anche da stabilizzazione di chi ha fatto 3 anni, il bando ha delle agevolazioni in termini di punteggio.

La domanda deve essere inviata entro e non oltre il 22 dicembre 2022.

I 4 posti nel profilo professionale di cps infermiere Cat. D saranno assegnati come segue:

  • n. 1 posto presso l’Azienda USL di Imola
  • n. 1 posto presso l’Azienda USL di Bologna;
  • n. 1 posto presso l’IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico di Sant’Orsola;
  • n. 1 posto presso l’Istituto Ortopedico Rizzoli;

Il bando è disponibile nel BUR Emilia-Romagna ed in un passaggio riporta:

Ai sensi dell'art. 35, comma 3-bis, lett. b) del D.Lgs. 165/01, saranno valorizzate, con apposito punteggio, le esperienze professionali maturate dal personale titolare, alla data di presentazione della domanda, di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato che, alla data di pubblicazione del bando, abbia maturato almeno tre anni di servizio alle dipendenze dell’Amministrazione per la quale abbia scelto di concorrere, o da coloro che, alla data di emanazione del bando, abbiano maturato almeno tre anni di contratto di collaborazione coordinata e continuativa e/o libero-professionale nell’Amministrazione per la quale abbiano scelto di concorrere.

Quindi il concorso consentirà a chi non ha avuto modo di superare il precedente concorso di riprovarci.

La domanda la puoi inviare online dalla pagina web dedicata al link https://concorsi-gru.progetto-sole.it dove trovi anche il bando del concorso.

La domanda online richiede di registrarsi ed avere una password complessa, il primo passaggio fondamentale è non sbagliare ad inserire la mail e i propri dati anagrafici, non fare questa operazione da mobile dove la correzione automatica può inserire parole a caso.

Il concorso di Bologna, come tutti i concorsi recenti, chiede al partecipante di accettare la permanenza di 5 anni prima di chiedere una mobilità (ovviamente le dimissioni si possono dare) l'articolo 35 al comma 5 bis riporta:

5-bis. I vincitori dei concorsi devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni, ad eccezione dei direttori dei servizi generali e amministrativi delle istituzioni scolastiche ed educative che permangono nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a tre anni. La presente disposizione costituisce norma non derogabile dai contratti collettivi. (60) (68)